perché i gatti hanno paura dei cetrioli

Il web è veramente un posto molto strano, sul quale potrete assistere alle vicende più disparate.

In poche ore che mi sono messo alla ricerca di video divertenti su Youtube, sono stato letteralmente risucchiato da video incredibili dove le persone commettevano i comportamenti più bizzarri.

In questo turbinio di atti folli, sono infine giunto a numerosi video nei quali alcuni gatti saltavano letteralmente in aria impauriti alla vista di un cetriolo.

Sì, proprio così: un cetriolo. Cosa avrà mai un cetriolo per incutere così tanto timore in un gatto?

Perché i gatti hanno paura dei cetrioli?

Per quanto grossolane e spesso impossibili possano apparire le cose sul web, è effettivamente vero che tanti gatti subiscono una sensazione di terrore alla vista dei cetrioli.

La paura dei gatti per questo vegetale è vera e sincera, ma il motivo che è alla base di questo fatto rimane per certi versi un mistero.

Cerchiamo nelle righe che seguono di comprendere quale possa essere il motivo più plausibile di questo fatto a prima vista inspiegabile.


E se il gatto associasse il cetriolo ad un serpente?

E’ possibile che il gatto, ingenuamente, associ la forma e il colore del cetriolo a quello che in natura è un suo vero nemico, ovvero il serpente?

Effettivamente se si guarda al cetriolo con l’aria di un gatto potrebbe essere che la sua forma allungata, la sua superficie ruvida e il suo colore, lo rendano un poco simile alla forma di un serpente.

Per dimostrarvi che questa non sia solo una mia fantasia, ma che qualcuno di più famoso e “studiato” di me abbia avuto il medesimo pensiero, vi linko un articolo apparso sul National Geographic e firmato da una nota comportamentista animale di nome Jill Goldman, che vive in California, lo trovate qui.

Anche questo autorevole scienziato insomma, sembrerebbe sostenere la nostra tesi: il cetriolo con la sua forma allungata e verde, potrebbe ricordare un serpente al nostro gatto, facendolo spaventare a morte.


E se non fosse il cetriolo la causa del problema?

Ma se a spaventare il gatto non fosse esclusivamente il cetriolo e invece il micio si spaventasse per qualsiasi cosa che gli venga proposta di soppiatto e gli appaia davanti all’improvviso?

perché i gatti hanno paura dei cetrioli

I gatti sono animali ingegnosi e attenti, il loro essere è sempre in guardia e ha sempre il controllo di ogni situazione.

Possibile che sia un evento improvviso e inaspettato a suscitare in loro il terrore?

Se provate a guardare un qualsiasi video di un gatto spaventato da un cetriolo, noterete come il cetriolo venga sempre proposto al gatto di spalle, mentre è intento a compiere un’attività che gode del pieno della sua attenzione, come mangiare la pappa o cose simili.

Soprattutto mentre mangiano, i gatti hanno sempre necessità di stare tranquilli e di sentirsi lontani da qualsiasi fonte di pericolo.

L’area dove mangiano è percepita come un luogo sicuro e tranquillo, dove non aver paura di nulla, poiché sono consapevoli che nessun pericolo possa giungere sino a lì.

E’ ovvio che se all’improvviso il gatto che mangia vede sbucare un cetriolo davanti a lui possa spaventarsi a morte, poiché arriva inatteso e improvviso.

Prendiamo ora il contributo di un altro specialista di comportamento animale, il dott. Roger Mugford. Se diamo un’occhiata a quanto riporta il sito metro.co.uk, il dottore afferma “penso che la reazione sia dovuta alla novità e al fatto che il trovare un oggetto improvvisamente davanti a se, mentre si teneva la testa sulla ciotola del cibo giunga inaspettato”.

Il gatto non è ovviamente abituato a trovare sul suo percorso dei cetrioli e per questo motivo trova questo fatto molto spaventoso.


La risposta del gatto

Ogni oggetto che il gatto interpreta come una minaccia davanti a se, causa nel gatto una risposta.

Un salto, un gesto aggressivo, l’aumento della frequenza cardiaca, sono tutti modi con i quali il gatto risponde ad un evento improvviso e inaspettato, mettendosi in guardia contro il pericolo.

Questa è la modalità con cui il gatto risponde ad una sorpresa: i suoi muscoli si irrigidiscono, la schiena viene inarcuata, il suo corpo si pone sulla difensiva, ma è pronto ad attaccare se ci sarà il bisogno.

D’altronde queste sono le modalità con cui qualsiasi essere vivente risponde agli eventi improvvisi e come lo stesso uomo reagisce davanti ad un pericolo.

Sarà ovviamente capitato anche a voi di ritrovarsi in simili situazioni dove la frequenza cardiaca aumenta, il corpo si irrigidisce e vi sentite nervosi.

Una volta che il pericolo è scomparso, occorre poi qualche minuto per tornare alla normalità. Il battito cardiaco necessita di qualche minuto per riprendere il su ritmo normale e anche l’adrenalina necessita di un poco di tempo per scendere.

In tutto questo processo, il corpo (sia umano che del gatto) è completamente preso dall’evento: si attiva la parte più bassa del cervello, quella che è in contatto con il midollo spinale, così come il sistema limbico che è coinvolto nella percezione dei pericoli, l’ipotalamo e la ghiandola pituitaria, che rilasciano ormoni come l’adrenalina e sono la causa di numerosi cambiamenti nel corpo umano.


Non spaventare mai i gatti con i cetrioli

Seppur vedere un gatto che muore di spavento davanti ad un cetriolo può sembrare simpatico e forse divertente, in realtà questo fatto non dovrebbe affatto farci sorridere, soprattutto perché per il gatto questa situazione non è affatto divertente.

Se un gatto si spaventa a morte nel vedere una protuberanza verde sbucargli davanti all’improvviso, la sua reazione potrebbe causare danni involontari anche seri, perché l’animale in quei momenti non è pienamente consapevole dei suoi movimenti, che sono del tutto spontanei e non controllati.

Nel tentativo di correre via dal pericolo, il gatto potrebbe andare addosso a qualcosa, rompere degli oggetti nelle vicinanze e addirittura farsi del male o ferirsi.

Bisogna poi anche pensare che per il felino questo evento è una grande fonte di stress, che potrebbe avere le sue conseguenze psicologiche.

Gli stessi studi medici effettuati su roditori o sugli stessi esseri umani hanno dimostrato come simili eventi improvvisi possano essere fonte di ansia e stress anche pesante.

Ovviamente lo stesso discorso può tranquillamente essere applicato anche ai gatti.

Sensazioni negative come stress e ansia possono essere causa di perdita di appetito e quindi di peso nell’animale, potrebbero indebolire il suo sistema immunitario e rendere il micio più propenso a contrarre malattie.

Fare certi scherzi al gatto è quindi piuttosto crudele e senza scrupolo.

Anche se i tuoi intenti fossero positivi, non è questo il modo di introdurre un nuovo giocattolo al tuo gattino, che invece necessita di un contatto graduale con tutto ciò che è nuovo, cetriolo compreso.

E’ ovvio che se il cetriolo poi viene proposto in maniera graduale, il gatto ci si abituerà velocemente e non ne sarà più terrorizzato, riuscendo quindi a comprendere che il cetriolo è un innocuo vegetale commestibile e non un terribile serpente da cui difendersi.


Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *