perché il gatto corre di notte-

Un possessore di un gatto sa benissimo che di tanto in tanto il suo animale peloso potrà sconvolgerlo con un comportamento che può sembrare pazzo.

Uno di questi comportamenti abbastanza comune in molti gatti è la corsa notturna.

Anche a te capita che il tuo gatto corra all’improvviso in casa durante la notte?

Il tuo micio sprigiona durante la notte un’energia fortissima notturna, accompagnata da continui miagolii?

Certi comportamenti colgono spesso di sorpresa i possessori di un gatto, anche perché i comportamenti un poco folli del gatto sono di difficile comprensione e non sono così semplici da leggere come succede ad esempio con i cani.

Ma se vi siete spesso chiesti, per quale motivo il vostro gatto alla notte inizi a comportarsi in maniera strana, bizzarra o inusuale, possono esserci alcune spiegazioni.

E’ questo lo scopo di questa guida, che si propone di andare alla ricerca delle cause che possono causare nei gatti uno strano comportamento notturno.


Perché i gatti di notte si comportano come pazzi?

A prescindere dal tipo di gatto che possedete e dalla sua razza, è normale che il gatto in alcuni momenti inizi a correre come un matto nella casa, a miagolare con insistenza o comportarsi come se avesse alle calcagna la polizia.

Di solito sfrecciano velocemente ovunque, per poi fermarsi di scatto guardandosi attorno e studiando l’ambiente, per riprendere poco dopo.

Certi comportamenti nel linguaggio comune inglese sono definiti come “midnight crazies” o pazzie di mezzanotte.

Si tratta di comportamenti abbastanza diffusi nei felini che, ad una precisa ora durante la notte, iniziano ad essere molto attivi e a dare sfogo ad un’energia che forse non avrete mai visto così forte nel vostro felino.

Le ragioni di tale comportamento possono essere tante e nelle righe che seguono possiamo provare ad individuarne alcune. L’elenco non è certo esaustivo e talvolta non è proprio possibile comprendere quale sia la causa esatta a far scattare questo comportamento.

Proveremo ad ogni modo ad individuare le cause più comuni, in modo che, se volete, potrete provare a porre rimedio a simili situazioni.


Istinto predatorio

Non esiste animale da compagnia che abbia un innato istinto predatorio come quello del gatto e, anche se i gatti sono nati in ambiente domestico e sono completamente addomesticati, mantengono al loro interno questa dote naturale.

E’ infatti vero che, durante i suoi comportamenti da pazzo, il gatto potrebbe mostrare comportamenti da caccia, manovre di combattimento o tecniche di fuga dal nemico.

perché i gatti corrono di notte

Basta pensare un attimo al fatto che un gatto che vive in libertà dedica dai 30 ai 60 minuti agli spostamenti ed è in grado di percorrere da 1 km sino a 2,5 km al giorno.

Un gatto domestico che non necessita di cacciare per procurarsi il cibo, mantiene in se una buona dose di energia repressa, che può sfociare in simili comportamenti che, agli occhi di un uomo, possono sembrare folli.

E’ proprio come quando un gatto entra in contatto con un puntatore laser, un giocattolo, le bacchette con fili colorati e luccicanti o l’erba gatta.

Tutti questi oggetti possono innescare comportamenti accesi, con i quali il gatto sfoga il suo istinto naturale ad afferrare, mordere, graffiare, saltare e correre.

Questo è anche il motivo per cui simili oggetti sono così importanti in un gatto casalingo.

Il gatto è infatti un animale che necessita di dare sfogo alla propria energia. I gatti che sono chiusi all’interno delle mura domestiche faticano a lasciar fuoriuscire il loro istinto agile e dinamico che, con l’aiuto di simili strumenti, può invece trovar sfogo, anche solo per pochi minuti al giorno.


Animale notturno

Un’altra ragione per cui il vostro gatto durante la notte si comporti in maniera folle potrebbe essere il fatto che il gatto durante la notte sia più attivo che durante il giorno.

Spesso infatti i gatti al calar del sole hanno proprio una sorta di risveglio e, in queste ore, godono di una grande carica di energia.

Specie se la giornata del gatto durante il giorno è stata abbastanza sedentaria e con poche occasioni si sfogare la sua energia, è molto possibile che alla notte, il gatto tenda a scoppiare di forza che deve in qualche modo fuoriuscire.

Quale modo migliore per dar sfogo all’energia che comportarsi da matto?

Specie se trascorrete l’intera giornata a lavoro, è normale che il gatto alla sera abbia voglia di giocare ed essere attivo.

Se ciò non dovesse accadere, le probabilità che il gatto inizi a comportarsi da matto aumentano notevolmente.

I gatti sono animali particolarmente energici e hanno per natura bisogno di dare sfogo a questa energia.


Le pulci

Talvolta i comportamenti strani o da pazzoide del gatto potrebbero anche dipendere da fattori esterni.

Alcuni gatti sono ad esempio ipersensibili ai morsi delle pulci o il gatto potrebbe semplicemente avere un fortissimo prurito in un punto dove non riesce a grattarsi.

In questo caso la risoluzione del problema è in realtà abbastanza semplice, basta curare il gatto con un prodotto specifico per le pulci, che sono di solito molto efficienti e pongono dine al problema un maniera abbastanza veloce.
A quel punto sarebbe anche meglio fare un salto dal veterinario per un controllo, di modo da verificare che non ci siano infezioni cutanee causate proprio dalle pulci.

In questi casi occorre inoltre pulire molto bene l’ambiente in cui il gatto vive, passando più volte l’aspirapolvere, lavando i tessuti in lavatrice ad alte temperature e lavando con detergenti appositi tutte le superfici.

Una volta eliminate le pulci, il gatto dovrebbe smettere di assumere simili comportamenti alla sera.


Anzianità

Un’altra possibile causa di comportamenti notturni bizzarri potrebbe anche essere dovuta all’età avanzata del gatto e a qualche disfunzione cognitiva causata dal passare del tempo.

La vecchiaia infatti potrebbe causare dei cambiamenti celebrali nell’animale, che potrebbero sfociare in strani comportamenti inspiegabili.

Anche in questo caso la consulenza di un veterinario potrebbe essere preziosa.


Iperestesia felina

La sindrome di iperestesia, anche conosciuta con la sigla FHS, è uno dei possibili motivi, per fortuna abbastanza rari, per cui un gatto potrebbe iniziare ad assumere strani comportamenti.

Colpisce solitamente gatti avanti con l’età e le sue cause sono sconosciute.

Potreste parlare con il vostro veterinario nel caso in cui notaste i seguenti possibili sintomi nel gatto:

  • La pelle della schiena del gatto sembra creparsi durante le sue corse notturne;
  • Il gatto si morde continuamente sulla schiena, non lontano dalla coda, e siete sicuri che non abbia le pulci.

Come comportarsi in certi casi

Il gatto è sicuramente uno degli animali domestici più complicati da comprendere e riuscire a decifrare il motivo esatto per cui il vostro gatto si è comportato come un pazzo è spesso molto complicato.

Sono tanti anche gli esperti molto abili a decifrare i comportamenti dei cani, che entrano in difficoltà quando si tratta di decifrare il comportamento di un gatto.

I cani sono molto espressivi e hanno un linguaggio non verbale semplice da interpretare se li si conosce bene. Scodinzolano, hanno espressioni del volto autentiche e diverse, lasciano percepire il loro stato d’animo all’essere umano.

I gatti invece sono difficili da penetrare, seppur quando vogliono si fanno comprendere, in altre occasioni diventano impenetrabili e complicati da interpretare correttamente.

In realtà con i gatti occorre solo maggiore confidenza e conoscenza. I loro gesti, movimenti e modi di comunicare esistono ed è compito dell’osservatore riuscire a comprendere cosa il gatto voglia dire.

Esistono anche in questo caso esperti che possono essere utili in questo compito e che, in caso di necessità, possono risolvere i problemi legati al gatto, interpretando correttamente il loro comportamento.


Conosci il tuo gatto e impara a decifrare il suo linguaggio!

Ogni singolo comportamento del gatto ha quindi una sua funzione e un messaggio che l’animale vuole esternare.

Le fusa, l’impasto o il semplice miagolio del felino altro non sono che un suo tentativo di manifestare al mondo un suo sentimento.

Il compito del padrone di un gatto in questo caso è quello di riuscire ad interpretare correttamente il messaggio.
Per questo il mio invito rimane quello di cercare di entrare maggiormente in sintonia con il vostro animale, sforzandovi di decifrare i suoi messaggi.

Anche gli esperti affermano che una conoscenza reciproca con l’animale e la capacità di comprendere ciò che l’animale vuole esternare potrebbero migliorare il vostro rapporto, permettendovi di rispondere al meglio alle sue esigenze feline.

Non esiste una regola univoca applicabile a qualsiasi gatto, perché ogni gatto è diverso dall’altro.

La cosa importante qui è quella di osservare il gatto spesso e prendere nota dei suoi gesti e movimenti.

Cercate di comprendere quando si comporta in maniera folle, se nei secondi precedenti è accaduto qualcosa che magari ha innescato il comportamento e provate ad analizzare ciò che il gatto stava facendo un secondo prima di impazzire.

Prestate attenzione al linguaggio del suo corpo, ai suoi gesti, ai miagolii e ai suoi spostamenti.

Il gatto aveva appena mangiato? C’è stato uno strano rumore poco prima? La TV era accesa?

Col trascorrere del tempo e un poco di attenzione, sono convinto che pian pianino riuscirete a comprendere qualcosa di più e magari individuare quale sia il fattore che scatena il comportamento folle del gatto.

Ricordate infine che se il suo strano comportamento fosse causato da un problema medico, è di fondamentale importanza parlarne con un veterinario.


Se hai dei dubbi che il tuo gattino sia ammalato, chiama subito il veterinario. Solo lui conosce bene il tuo animale, lo ha visitato in passato, conosce la sua storia clinica e potrà dare il meglio per prendersi cura di lui.

Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *